Contadini e Artigiani

del Vino...

è quello che mi piace pensare di essere quando mi soffermo a guardare i miei filari...

La nostra è una piccola proprietà, creata a piccoli passi con grandi sacrifici, rinunce ma anche belle soddisfazioni.

  E' la nostra terra.

Ho avuto una formazione tecnica agraria, poi ho girato diversi angoli del mondo dove ho imparato molto e lasciato qualcosa di quello che sapevo.

Ma non ho mai abbandonato la terra.

Oggi dedico il mio tempo a curarla, migliorarla e indirizzarla a produrre quel qualcosa di magico che è il vino.

A modo mio, ovviamente.

Ho estirpato e piantato nuove vigne perchè volevo piante sane, che non avessero mai conosciuto prodotti chimici.

Oggi posso dire di fare e bere un vino pulito.

Ho la fortuna di poter curare meticolosamente quello che faccio, dalle mie piante in vigna alle botti in cui nasce e riposa il vino.

Il risultato è innanzitutto la mia serenità ....  e poi la soddisfazione di poter offire ai miei amici un vino schietto e generoso, che racconta la Storia della mia terra.

                                                                      Guido

Dove siamo ...

L'ANNUNZIATA è un'azienda agricola Biologica  familiare di 5 ettari situata in Piemonte, sulle colline tra le Langhe e il Monferrato Astigiano, nella Frazione Annunziata del Comune di Costigliole d'Asti.

Costigliole d'Asti è il Comune vitato più grande d'Italia e da sempre costituisce un riferimento per la produzione di grandi vini rossi quali Barbera,Dolcetto, Nebbiolo,Freisa, Grignolino e bianchi, quali Moscato,Cortese, Arneis.

Il centro aziendale si trova ad una quota di 400 m s.l.m.  con esposizione sud-est ed è affacciato sulla Strada del Vino Astiana.


I nostri terreni di alta collina sono costituiti da marne calcaree di origine marina con affioramenti di calcare attivo, le “rocce bianche” e intrusioni di argille stratificate e lenti sabbiose; ospitano le vigne da tempo immemorabile.

Tradizione

Qualità

Sostenibilità

La nostra sfida è continuare  a produrre  Vini della Tradizione di Alta Qualità, D.O.C.  e D.O.C.G., tramandando i metodi di lavoro e i sapori del nostro territorio, ma tutto ciò con un occhio particolare all'Ambiente, alla Sostenibilità dei processi produttivi e alla Salute del Consumatore.

Per questo motivo da sempre pratichiamo un'AGRICOLTURA BIOLOGICA e BIODINAMICA, utilizzando buone pratiche agronomiche e prodotti naturali per la difesa dei nostri vigneti.

Sentiamo inoltre molto fortemente la responsabilità della conservazione di un territorio tra i più caratteristici del mondo.

Le Vigne

I vigneti sono  allevati a Guyot con una media di 8.000 ceppi per ettaro e  gli impianti più vecchi risalgono al 1960.

L'elevato numero di ceppi per ettaro viene mantenuto anche nei nuovi impianti per favorire la competizione tra le singole piante e orientare gli apparati radicali in profondità; questo consente di non praticare concimazioni e di abituare le viti a sopportare periodi di stress idrici e termici.

La ricerca della profondità di radicazione è determinante per la nutrizione minerale della vite, che nel contatto con gli strati più profondi del terreno si arricchisce di microelementi che vengono poi trasferiti all'uva e quindi al vino, consentendo la massima espressione del terroir.

Le viti sono oggetto di cure d'altri tempi  con zappature  al piede e con potature verdi esclusivamente manuali.

Gli interfilari sono inerbiti con miscugli polifiti e periodicamente oggetto di lavorazioni con semina di essenze da sovescio.

I vitigni sono tutti a Denominazione:  BARBERA D'ASTI SUPERIORE D.O.C.G.,  MONFERRATO DOLCETTO D.O.C., MOSCATO D'ASTI D.O.C.G, PIEMONTE CHARDONNAY D.O.C., NEBBIOLO D.O.C, PINOT NERO D.O.C.

Con le vinacce derivanti dalla macerazione produciamo GRAPPE MONOVITIGNO BIOLOGICHE.

logo-FIVI.png
FIVI
FEDERAZIONE ITALIANA VIGNAIOLI INDIPENDENTI
unisce i vignaioli...cioè coloro che coltivano la propria vigna, vinificano la propria uva e vendono direttamente il proprio vino

Vignaioli in Piemonte

Il mestiere del vignaiolo non è soltanto un'attività economica.

E' fondamentalmente una scelta di vita, perchè ti impegna durante tutto il corso dell'anno, con il sole e con la pioggia, di giorno e spesso anche di notte, e  con la mente anche quando ti allontani dai tuoi filari.

E' un buon modo di spendere una vita, perchè pur nel rispetto dei ritmi moderni, delle leggi e delle briglie imposte dal mondo globalizzato ti permette di recuperare  una dimensione umana quasi scomparsa.

Paradossalmente il legame con la terra, il bene immobile per eccellenza, ti consente di viaggiare e conoscere persone e luoghi accomunati dalla passione per un linguaggio comune, che è quello dell'uomo che si prende cura, migliora e tramanda un angolo di mondo imbrigliando un raggio di luce in un bicchiere di vino.

Il mestiere del vignaiolo è un'avventura che si svolge giorno per giorno sempre diversa e sempre uguale dalla notte dei tempi.