Non abbiamo un "Pianeta B"...
questo significa che è responsabilità di ognuno di noi, nella vita come nelle attività economiche, di pensare che le risorse che utilizziamo non sono infinite e che quindi è necessario salvaguardarle.
E' necessario  ripensare il nostro modo di vivere e lavorare, nell'ottica di non sprecare le risorse che la natura ci fornisce, di non inquinare con le nostre attività giornaliere, di riutilizzare i materiali quante più volte possibile.
Per questo motivo da sempre cerchiamo di lavorare in armonia con la natura, preservando la biodiversità e il paesaggio che ci circonda, minimizzando il consumo di combustibili fossili e  privilegiando il lavoro umano all'uso delle macchine.
Geotermia in cantina, concimazioni con colture da sovescio, utilizzo di legno, vetro, carta, sughero e abbattimento totale delle plastiche nel processo produttivo.
Nessun utilizzo di prodotti chimici in cantina.
Solo rame e zolfo in vigna, come si fa da secoli.
Ecco come facciamo il vino.
Seguiteci in questo cammino...